LogoLogo

Libri Parrocchiali

Hai terminato con l'archivio dello Stato Civile. Sei arrivato, tra atti di morte, matrimoni ecc., a conoscere date di nascita dei tuoi antenati intorno alla prima metà del XVIII secolo, oppure, con le informazioni ricavate dal catasto onciario, a fine Seicento. Altre risorse che potrai utilizzare per andare ancora più indietro nel tempo sono i Libri Parrocchiali, se esistenti e disponibili, e gli atti Notarili antichi conservati nei vari Archivi di Stato.

Ricerca nei Libri Parrocchiali

  1. Trova la Parrocchia di appartenenza. Se il luogo che ti interessa è piccolo, ci sarà sicuramente una sola chiesa parrocchiale. Se grande, è necessario controllare, negli atti più antichi trovati nello Stato Civile, il luogo dove venne celebrato il battesimo più antico. Stabilita la parrocchia, bisogna contattare il parroco attuale e verificare sia l'esistenza di documenti che la sua disponibilità a fissare un appuntamento.
  2. Libri: solo pochi libri possono essere disponibili, per esempio solo i matrimoni, o le nascite da un certo anno. Questo significa che non potrà essere trovato tutto.
  3. Indici: i libri potrebbero essere disponibili, ma senza indici, o con indici (per nome di battesimo) inutilizzabili. Questo significa che la ricerca può richiedere molto tempo per leggere pagina per pagina.
  4. Distanza: la parrocchia può essere lontana, c'è da organizzare il viaggio ed eventualmente il soggiorno.
  5. Copie: in quasi tutte le piccole parrocchie non c'è fotocopiatrice, oppure i libri sono talmente fragili da non poter essere maneggiati per fare fotocopie. Per questo bisogna fare delle foto (se il parroco lo consente), due per ogni documento per essere sicuri.
  6. Indisponibilità: una volta trovato un atto di nascita, è possibile scoprire che il padre proveniva da un altro luogo. Questo significa dover cominciare tutto da capo, ossia contattare un'altra parrocchia.

Fase 5 « --- Torna alla Guida ---