LogoLogo

La vetta del Corno Grande (Gran Sasso d'Italia)

L'escursione in oggetto offrirà una suggestiva visione di stupendi scenari d'alta montagna, dove la grandiosità del massiccio del Gran Sasso regala emozioni che rimarranno per sempre nel cuore del visitatore.

Punto di partenza: Il punto di partenza è l'albergo di Campo Imperatore posto,insieme al vicino osservatorio astronomico, alle pendici del massiccio del Gran Sasso. L'albergo è raggiungibile direttamente attraverso la moderna funivia dalla base Fonte Cerreto (20 km dall'Aquila), oppure proseguendo in macchina per altri 30 km e arrivando direttamente al piazzale dell'albergo (dopo la primavera, quando la strada viene riaperta). Dall'autostrada A24, c'è l'uscita di Assergi dalla quale si raggiunge in breve Fonte Cerreto; in autobus sono disponibili varie corse dal capoluogo.

L'escursione, per la via normale, si inizia incamminandosi in salita verso l'osservatorio astronomico, attraversando il costone sud della Portella; superato il rifugio Duca degli Abruzzi, si raggiunge la Sella di Monte Aquila e successivamente la Sella del Brecciaio. Continuando l'ascesa (seguendo i segnali del Cai) si imbocca il sentiero sulla destra (all'inizio della Valle degli Invalidi) e ci si dirige verso la vetta del Corno Grande dove, in alcuni tratti, sono posti dei corrimano per aiutare l'ascensione. Giunti a quota 2914 della vetta Ovest del Corno Grande il panorama è indescrivibile: il Corno piccolo, Pizzo Intermesoli, Monte Aquila, la piana di Campo Imperatore e, all'orizzonte le colline del Teramano. Il ghiacciaio perenne del Calderone, posto tra la vetta ovest e la vetta est del Corno Grande, è di notevole interesse geologico essendo il ghiacciaio perenne più a Sud d'Europa.

Consigli:
  • L'itinerario è consigliabile in estate
  • Tempo di percorrenza: circa 6 - 7 ore, andata e ritorno
  • Poiché la vetta è a 2914 m. s.l.m., si raccomandano scarpe da trekking, scorta d'acqua e giacca a vento