LogoLogo

Biografia

Per notizie biografiche più approfondite c'è la biografia di John Fante curata da Stephen Cooper, edita in Usa, Full of Life : A Biography of John Fante, pubblicata da Marcos y Marcos con il titolo Una vita piena – biografia di John Fante.
  • 8 aprile 1909 - John Fante nasce a Denver, Colorado da una famiglia di immigrati italiani: il padre Nick Fante originario di Torricella Peligna, era muratore; la madre Maria Capolungo, era nata a Chicago da genitori italiani. Ebbe un’infanzia povera.
  • John trascorre l’infanzia e la giovinezza a Boulder - frequenta scuole cattoliche e l’Università del Colorado.
  • 1932 - si trasferisce a Los Angeles e svolge lavori di ogni genere. Viene pubblicato un suo racconto su The American Mercury.
  • 1937 - John sposa Joyce Smart, da cui avrà quattro figli. Inizia a lavorare per Hollywood.
  • 1938 - Pubblica il primo romanzo, Wait until spring, Bandini
  • 1939 - Viene dato alle stampe Ask the Dust
  • 1940 - Pubblicazione di Dago Red, una raccolta di racconti.
  • 1952 - pubblica il romanzo Full of Life che avrà un grande successo in tutto il mondo con traduzioni in portoghese, tedesco, svedese, francese, ebraico, giapponese e italiano.
  • 1955 - si ammala di diabete, che lo porterà alla cecità, all'amputazione delle gambe e infine alla morte
  • 1956 – La Columbia Pictures acquista i diritti per fare un film da Full of Life. Fante può lavorare (per la prima e unica volta) a una sceneggiatura tratta da un suo libro. Il film avrà la regia di Richard Quine. I protagonisti saranno Judy Holliday (premio Oscar 1950), Richard Conte e per la prima volta sullo schermo Salvatore Boccaloni, stella del Metropolitan Opera. La sceneggiatura ottenne la candidatura come miglior commedia dalla Writers Guild of America.
  • 1957 - E' in Italia e lavora come sceneggiatore insieme a Richard Quine per la sceneggiatura di un film, The Roses, il cui ruolo protagonista la Columbia vuole affidare a Jack Lemmon. Risiede a Napoli (nel lussuoso Hotel Vesuvio) per sette settimane. Ma il film non vedrà mai la luce.
  • 1960 – Accetta, dopo tanta insistenza da parte del produttore italiano, un contratto con Dino De Laurentiis. Rimane oltre due mesi nella Roma della Dolce vita e delle Olimpiadi. La sceneggiatura diventa un film dal titolo (italiano) Il re di Poggioreale. La regia è dell’abruzzese Duilio Coletti. Il protagonista è Ernest Borgnine.
  • 1977 – Esce The Brotherhood of Grape, l’ultimo romanzo scritto da Fante. Nei mesi successivi il diabete, diagnosticato nel 1955 e mai curato con attenzione, lo porterà progressivamente alla cecità e all’amputazione di entrambe le gambe.
  • 1979 – Detta alla moglie Joyce il suo ultimo libro, Dreams from Bunker Hill, che uscirà solo nel gennaio 1982.
  • 8 maggio 1983 - John Fante muore a 74 anni, lasciando numerosi inediti.
Follow ItalyHeritage on Facebook: