LogoLogo

Toscana - Italy seen from the sky

Italia vista dal cieloA vintage documentary directed by Folco Quilici, taken from the RAI TV series "Italy seen from the sky".

This documentary on Tuscany shows, along with the natural faces of a land kissed by the gods, the traces left by artists and writers - Brunelleschi, Michael Angelo, Giotto, Sangallo, Dante, Boccacccio, Galileo, Machiavelli, Puccini - symbols of a civilization whose spirit spread from here to the ends of the Earth. Produced in 1971, the 7th of 14 documentaries, restored 2006, text by Mario Praz and Folco Quilici - 66 minutes.
Follow ItalyHeritage on Facebook:

The video is no more available, transcription is left below for reference.

0:07
La Toscana è chiusa da una cerniera che inizia dal crinale degli Appennini e si prolunga nel contrafforte boscoso del Prato Magno.
Nel centro della regione la cerniera montana raggiunge la rupe basaltica di Radicofani e s'aggancia al Monte Amiata, reliquia di un antico vulcano.
Poi, verso il mare, la cerniera si salda col cappio dell'Argentario e la laguna d'Orbetello alla fascia costiera.
Tuscany is closed by a chain that starts from the ridge of the Apennines and extends into the wooded foothills of Prato Magno.
In the center of the region the mountain ridge reaches the basalt cliff of Radicofani and joins Monte Amiata, a relic of an ancient volcano.
Then, towards the sea, the ridge is welded by the loop of the Argentario and Orbetello lagoon to the coastal strip.
0:46
Un lungo confine disegnato da spiagge, da lagune, e da campagne coltivate fino al mare.
A traverso della costa, il taglio dei fiumi che si inseriscono dolcemente nel paesaggio: le foci dell'Ombrone, e più al nord, le foci dell'Arno.
"Per mezza Toscana si spazia un fiumicel che nasce in Falterona". Il fiume inizia come torrente impetuoso, nella lontana cerniera montana dell'Appennino, la sua discesa verso la pianura.
A long borderline, constellated by beaches, lagoons, and fields cultivated as far as the sea.
Across the coast, the lines of rivers that insert gently into the landscape: the mouth of the Ombrone, and further north, the mouth of the Arno.
"For half Tuscany wanders a streamlet that is born in Falterona." The river begins as a raging torrent, in the distant mountain ridge of the Apennines, its descent towards the plain.
1:45
È nato non lontano dalle sorgenti del Tevere. Due corsi d'acqua carichi di destino come altri di polveri aurifere. L'Arno unisce e divide la Toscana: di qua e di là del suo corso cambiano gli accenti, variano gli uomini, i colori. È elemento di un paesaggio sempre mutevole, che si ingentilisce ogni qualvolta le sue acque attraversano lente le campagne, in un continuo coprirsi e scoprirsi di quinte verdissime.
It was born not far from the sources of the Tiber. Two streams loaded with destiny, as other rivers are with gold dust. The Arno unites and divides Tuscany: on the two banks of his course accents change, people, colors vary. It is part of a constantly changing landscape, which softens whenever its waters cross slowly the countryside, in a continuous opening and closing and uncovering of lush green scenes.
2:16
Altre quinte sono formate dai colli ove il fiume procede tortuoso prima di raggiungere Firenze. Firenze: punto di partenza e di arrivo del nostro itinerario aereo su questa terra e la sua civiltà.
Other scenes are composed of hills where the river flows winding before reaching Florence. Florence: the point of departure and arrival of our flying journey on this land and its civilization.
4:10
Le cime delle Apuane, tra Lunigiana, Versilia e Garfagnana. Visioni che suggeriscono a Dante gli spalti della città di Dite.
Monti sublimi, legati al nome dell'artista più sublime che abbia mai avuto la Toscana: Michelangelo.
The peaks of the Apuan Alps, between Lunigiana, Versilia and Garfagnana. Visions that suggest to Dante the walls of the city of Dis.
Sublime mountains, linked to the name of the most sublime artist that Tuscany ever had: Michel Angelo.
5:18
"I marmi migliori che non gli conosce ognuno" scriveva nel 1518 mentre cavava dal grembo del monte le forme ch'egli vi immaginava incluse.
Dai luoghi di Michelangelo a quello di altri geni, a disegnare un perimetro non più solo geografico.
Ecco un torrente nell'alta valle del Mugello. "Nacque qui un fanciullo - scrisse Lorenzo Ghiberti - di mirabile ingegno, il quale si ritraeva dal naturale sulle pietre del fiume, una pecora". Questo fanciullo era Giotto.
"The best marbles that not everyone knows," he wrote in 1518 while he drew from the bosom of the mountain the forms that he imagined enclosed in them.
From the places of Michel Angelo to the place of another genius, to draw a perimeter which is not only geographical.
Here is a stream in the valley of Mugello. "Here a boy was born - wrote Lorenzo Ghiberti - of admirable ingenuity, who drew from nature, on the river stones, a sheep". This child was Giotto.
6:09
Poco lontano, la terra di San Sepolcro, luogo di nascita di Piero della Francesca, la cui seconda patria fu Arezzo.
Sorvoliamo il centro storico: oltre il Duomo, e a poca distanza dalla Pieve di Santa Maria, il cui campanile dalle cento buche è il simbolo stesso della città, scopriamo la casa del Petrarca.
Un'altra casa a Montepulciano, quella del Poliziano.
Not far away, the land of San Sepolcro, birthplace of Piero della Francesca, whose second home was Arezzo.
We are flying over the historic center: past the Cathedral, and a short distance from the Pieve di Santa Maria whose bell tower with a hundred holes is the symbol of the town, we find the house of Petrarch.
Another house in Montepulciano, that of Poliziano.
6:50
Zone desolate dell'Alta Maremma, voce di questa parte della Toscana è Giosuè Carducci, nell'immagine di "quei cipressi che a Bolgheri alti e schietti van da San Guido in duplice filar, quasi in corsa giganti giovinetti".
Più a nord, un altro ricordo, Puccini, legato al Lago di Massaciuccoli.
Desolate areas of Upper Maremma, the voice of this part of Tuscany is Giosuè Carducci, in the image of "those cypresses that to Bolgheri, tall and sincere, go from San Guido in double row, almost teenage giants running."
Further north, another memory, Puccini, connected to lake Massaciuccoli.
7:27
Lasciamo questa zona per risalire la stretta valle del Serchio. Nella Garfagnana ci troviamo in un paesaggio legato alla memoria di Giovanni Pascoli, zona il cui centro è l'antica Barga. Le montagne, sfondo di questo paesaggio, sono le Apuane, dove il nostro itinerario era iniziato.
We are leaving this area to go up the narrow valley of the Serchio. In Garfagnana we are in a landscape associated to the memory of Giovanni Pascoli, an area whose center is the ancient town of Barga. The mountains, the background of this landscape, are the Apuan Alps, where our journey had begun.
8:13
Oltre le loro cime, e oltre uno stretto braccio di mare, si direbbe che le isole dell'arcipelago toscano ci si offrano meno gravate dalla presenza dell'uomo.
Ma subito, sorvolando l'Elba, la regola trova la sua eccezione nel ricordo di quel toscano metamorfosato che fu Napoleone.
Confusa nella foschia che ne ha fatto un luogo leggendario l'unica isola ancora intatta nella sua solitudine è Montecristo, con il suo picco roccioso a dominare il centro del Tirreno.
Beyond their tops, and over a narrow sea strait, it seems that the islands of the Tuscan archipelago would appear less burdened by the presence of man.
But straight away, flying over the Elba, the rule has its exception in the memory of that metamorphosed Tuscan that was Napoleon.
Confused in the mist that made it a legendary place, the only island still untouched in its solitude is Montecristo, with its rocky peak to dominate the center of the Tyrrhenian Sea.
9:17
Dalle rocce sul mare e il loro aspro paesaggio, all'estrema dolcezza delle campagne in Val di Pesa, l'itinerario dei geni riprende.
La Villa di Percussine, ove Machiavelli scrisse "Il Principe".
E, nella stessa valle, a Vinci, ecco la casa di Leonardo.
Arcetri e il suo osservatorio astronomico ci parlano di Galileo, e le case di Certaldo ci parlano di Boccaccio.
From the rocks of the sea and their rugged landscape, to the extreme softness of the countryside in Val di Pesa, the route of the geniuses is resumed.
The Villa of Percussine, where Machiavelli wrote "The Prince".
And, in the same valley, at Vinci, here is Leonardo's house.
Arcetri and its astronomical observatory speak to us of Galileo, and the houses of Certaldo speak of Boccaccio.
10:03
Le tracce dell'uomo, dello spirito dell'uomo nelle sue più alte manifestazioni, sono impresse per tutta la toscana in una perfetta fusione con la sua natura.
"Quello che voi vedete - scrisse Anatole France - è unico al mondo. In nessun altro luogo la natura e l'uomo hanno raggiunto una fusione sottile, elegante e squisita fino a questo punto."
The traces of man, the human spirit in its highest manifestations, are embedded throughout Tuscany in a perfect blend with nature.
"What you see - wrote Anatole France - is unique in the world. Nowhere else nature and man reached such a subtle, stylish and exquisite fusion."
10:24
L'uomo e la sua terra: la terra delle campagne coltivate e delle brughiere, per Aldous Huxley il paesaggio toscano "spogliato dei suoi cupi boschi, piantato, coltivato fin sulla cima dei colli, è umanizzato e sicuro".
Talvolta è solitario, senza vita, o popolato solo da una natura aliena: ma il bosco incolto è solo un momento in quella scena sempre civilizzata e sottomessa.
Man and his land: the land of cultivated fields and moors, for Aldous Huxley Tuscan landscape "stripped of its dark woods, planted, cultivated up to the top of hills, is humanized and safe."
Sometimes it's lonely, lifeless, or populated only by an alien nature, but the uncultivated forest is just a moment in that always civilized, subdued scene.
11:09
Huxley aggiunge: "È questo il migliore di tutti i paesaggi, per viverci insieme. Un paesaggio dominato dai suoi abitanti, essi han coltivato ogni palmo di terra coltivabile; le loro case sono disseminate sulle colline, un viaggio in questo mondo coltivato è sempre un viaggio attraverso la civiltà.
Le tracce dell'uomo son per tutta la campagna. E già per secoli, per migliaia d'anni, essa è stata sua, mansueta e umanizzata.
Huxley adds: "This is the best of all landscapes, to live together with it. A landscape dominated by its inhabitants, they cultivated every inch of arable land, their homes are scattered on the hills, a journey in this cultivated world is always a journey through civilization.
The traces of man are all over the countryside. And already for centuries, for thousands of years, it has been his land, meek and humanized.
11:50
Da quando questo paese è stato addomesticato dall'uomo?
Una domanda a evocare la presenza in Toscana del popolo degli Etruschi, e il mistero delle loro origini.
Civiltà fiorita a partire dall'VIII secolo avanti Cristo, e per trecento anni in continua ascesa.
Since when was this land domesticated by man?
A question evoking the presence of the Etruscans in Tuscany, and the mystery of their origins.
A civilization that flourished from the 8th century BC, and for three hundred years continued to grow.
12:22
Necropoli famose, città dei morti come Vetulonia, Populonia, Cerveteri e Tarquinia, a parlarci del mondo dei vivi.
Una natura a misura dell'uomo, in una terra ai confini tra Toscana e Lazio, con facili comunicazioni litoranee e fluviali, atta alle colture e ricca di minerali.
Essi ebbero ingegneri idraulici e costruttori, fecero strade, ponti, scavarono gallerie, tagliarono canali.
Famous necropolis, cities of the dead such as Vetulonia, Populonia, Cerveteri and Tarquinia, tell us about the world of the living.
A nature attuned to man, in a land on the border between Tuscany and Lazio, with easy coastal and river communication, suitable to crops and rich in minerals.
They had hydraulic engineers and builders, made roads, bridges, dug tunnels, cut channels.
12:59
Questo specchio d'acqua di Burano da loro venne messo in comunicazione con il mare di Ansedonia, dove sotto l'antica città di Cosa, essi aprirono nelle rocce un varco ancora oggi chiamato la Tagliata Etrusca.
Questo acquedotto medioevale nei pressi del fiume Narta, nacque su rovine di un altro che, secondo la tradizione locale, gli Etruschi avevano costruito venti secoli prima.
This lake of Burano by them was put in communication with the sea of Ansedonia, where under the ancient city of Cosa, they opened a gap in the rocks which is still called the Etruscan Cut.
This medieval aqueduct near the river Narta was born on the ruins of another that, according to local tradition, the Etruscans had built twenty centuries before.
13:26
Il declino inizia nel quinto secolo, e qualcosa della mestizia di questo tramonto di civiltà ancora aleggia sui luoghi, oggi non altro che romiti repositori di rovine. La solitudine si direbbe indispensabile per le rovine; senza la solitudine circostante, le necropoli etrusche agirebbero sul nostro spirito con la loro magia?
Lasciamo Cerveteri e la sua necropoli, rientriamo nei confini geografici della Toscana. Dal tempo degli Etruschi a quello romano.
The decline began in the 5th century, and something of the sadness of this sunset of civilizations still lingers on the places, now no more than solitary repositories of ruins. The loneliness, so to say, seems necessary to ruins; without the surrounding loneliness, would the Etruscan necropolis act on our spirit with their magic?
We are leaving Cerveteri and its necropolis, returning into the geographical borders of Tuscany. From the time of the Etruscans to Roman times.
14:47
Ogni rovina mutua il suo fascino dal silenzio e dall'abbandono in cui è immersa. E più potente ancora è il sortilegio, se i resti sono prossimi al silenzio di un mare e di una costa pressoché deserte, come queste scogliere dell'isola di Giannutri dove superstiti colonne ricordano la presenza di una villa romana.
Each ruin shares the charm of the silence and neglect around it. And still more powerful is the spell, if the remains are next to the silence of a sea and an almost deserted coastline, as these cliffs of the island of Giannutri, where surviving columns remind of the presence of a Roman villa.
15:28
Il teatro di Fiesole s'allieta della sua posizione, ma diversa è la condizione dei ruderi, oppressi dalle costruzioni di una città viva, come l'anfiteatro di Arezzo. Talvolta, il ricordo dell'opera romana è non nel rudere appena affiorante, ma si conserva nella struttura dei luoghi. È il caso di Lucca, e della sua piazza nata sulla forma dell'anfiteatro romano. Vista dal cielo, svela il segreto del suo fascino, la sicurezza garantita all'uomo dal suo spazio protetto.
Nella sua visione d'insieme: le case dei Guinigi, un ciuffo di lecci sulla torre come pennacchio sul cimiero di un cavaliere.
The theater of Fiesole enjoys its position, but different is the condition of the ruins, oppressed by the construction of a living city, such as the amphitheater of Arezzo. Sometimes, the memory of the Roman work is not in the ruin just surfacing, but is preserved in the structure of the sites. This is the case of Lucca, and its square born on the form of the Roman amphitheater. Seen from the sky, it reveals the secret of its charm, the safety offered to man by its protected area.
In overview: the houses of the Guinigi, a sprig of holm trees on the tower, as a plume on a knight's crest.
16:24
La facciata di San Frediano, col mosaico bizantineggiante dell'Ascensione. E ancora due mirabili piazze, quella al cui fianco si innalza l'erta facciata culminante nella statua dell'arcangelo, di San Michele in Foro, il cui nome indica chiaramente l'origine del luogo; e quella dominata dalla cattedrale di San Martino, costruita nell'alto medioevo e rifatta nel 1400. Qui, lo spirito di una tranquilla vita provinciale sembra si raccolga all'ombra dell'imponente campanile.
The facade of San Frediano, with a Byzantine mosaic of the Ascension. And two more wonderful squares, one at whose side the steep front rises, culminating in the statue of the archangel, of San Michele in Foro, whose name clearly indicates the origin of the place; and one dominated by the cathedral of San Martino, built in the upper Middle Ages and rebuilt in 1400. Here, the spirit of a quiet provincial life seems to gather in the shadow of the imposing bell tower.
17:21
Questa è Lucca dal cielo, sintesi dei suoi monumenti in un'unica civiltà, uno dei più puri esempi di perfezione urbana, quella cui fa da complemento in Toscana la non meno grande gloria dei monumenti isolati nel paesaggio, ai quali le riprese dal cielo aggiungono la visione dell'ambiente circostante.
This is Lucca from the sky, a summary of its monuments in one civilization, one of the purest examples of urban perfection, that which is joined in Tuscany by the equally great glory of monuments isolated in the landscape, to which filming from the sky adds the vision of the surrounding environment.
17:53
Quando verso la fine del secolo XI e nel corso del XII si svilupparono gli ordini dei certosini e dei benedettini, e poi nel XIII secolo quelli degli ordini mendicanti, sorsero monasteri in luoghi remoti e favorevoli alla meditazione, e divennero centri di cultura sia agricola che spirituale. Questi edifici, i meno noti come i più conosciuti, sono testimonianze insostituibili di epoche e stili, come la piccola Abbazia di Farneta, del IX secolo, in Val di Chiana, esempio prezioso di architettura preromanica.
Il convento di Bosco ai Prati, nella quieta valle del Mugello.
Questa è la Certosa del Galluzzo, ormai non più isolata nella Val d'Ema, poco oltre il perimetro urbano di Firenze. È del XIV secolo.
When towards the end of the 11th century and during the 12th the orders of the Benedictines and Carthusians developed, and then in the 13th century those of the mendicant orders, monasteries were built in remote places, favorable to meditation, and became centers of both agricultural and spiritual culture. These buildings, the lesser-known as the most famous, are irreplaceable evidence of periods and styles, such as the small Farneta Abbey, of the 9th century, in Val di Chiana, a precious example of pre-Romanesque architecture.
The convent of Bosco ai Prati, in the quiet Mugello valley.
This is the Certosa of Galluzzo, no longer isolated in Val d'Ema, just beyond the city limits of Florence. It dates back to the 14th century.
19:14
Voliamo attorno al campanile della Badia di San Salvatore a Settimo e sul suo chiostro. Questo luogo fu uno dei centri di lotta della riforma della chiesa a Firenze, il cui animatore, San Giovanni Gualberto, proveniva da un'altra abbazia, da lui fondata in una valle appenninica coperta di foreste secolari. L'abbazia è Vallombrosa, che ora sorvoliamo. E questo è l'eremo di Camaldoli, e le abetaie ai confini tra Toscana e Emilia.
We are flying around the bell tower of the Abbey of San Salvatore at Settimo, and its cloister. This place was one of the centers in Florence of church reform, whose leader, San Giovanni Gualberto, came from another abbey, founded by him in an Apennine valley covered with ancient forests. The abbey is Vallombrosa, which we are now flying over. And this is the hermitage of Camaldoli, and the fir forests on the border between Tuscany and Emilia.
19:49
Nelle colline senesi, l'abbazia di Monte Oliveto Maggiore, tra quinte verdi di cipressi, di ulivi, e tra le fitte coltivazioni della vite. Il vuoto scheletro di San Galgano è puro esempio dello stile gotico - cistercense in Italia. Nel secolo X, chiesa e monastero erano sorti sul luogo di preghiera di un eremita, e nel XIII secolo erano diventati il centro dell'intera regione.
I monaci di San Galgano furono giudici, notai, medici, e operai e architetti del duomo di Siena. Diedero alla Chiesa vescovi e santi.
Poi, nel Cinquecento, la fine. Le compagnie di ventura percorrono la Toscana, chiesa e monastero sono devastati.
In the hills of Siena, the Abbey of Monte Oliveto Maggiore, among sceneries of green cypresses, olive trees, and thick vine crops. The empty skeleton of San Galgano is a pure example of the Gothic - Cistercian style in Italy. In the 10th century, the church and monastery rose on a hermit's prayer site, and in the 13th century they had become the center of the entire region.
The monks of San Galgano were judges, notaries, doctors, and workers and architects of the cathedral of Siena. They gave the Church bishops and saints.
Then, in the 16th century, the end. Mercenary armies run through Tuscany, the church and monastery are devastated.
20:45
Nomi famosi, cui fan da contrappunto altri quasi ignoti, che solo il volo dell'elicottero permette di raggiungere e scoprire nell'insieme del paesaggio.
Ecco l'abbazia di San Rabano, eretta nel secolo XI nel fitto dei boschi dell'Uccellina in vista del mare.
Alture di Toscana coronate di monasteri, altre coronate di castelli.
Montecchio Vesponi, presso Castiglion Fiorentino, mura merlate e una torre in rovina.
Famous names, with others almost unknown, which only a helicopter's flight allows to reach and discover inside the landscape.
Here is the abbey of San Rabano, built in the 11th century in the thick woods of the Uccellina overlooking the sea.
Some hills of Tuscany crowned with monasteries, others crowned with castles.
Montecchio Vesponi at Castiglion Fiorentino, crenellated walls and a tower in ruins.
22:20
Castelli di cui non restano ora che ruderi, come quello di Romena, non ha più che tre delle sue quattordici torri.
Castelli morti, abbandonati per sempre dall'uomo; altri ancor vivi, abitati, come la rocca di Brolio, al centro dei vigneti del Chianti.
Altri castelli e fortezze fan parte di un complesso urbano, come la cinta di mura di Monteriggioni.
Castles of which only ruins now remain, as Romena, that has just three of its fourteen towers.
Dead castles, abandoned by man forever; others still alive, inhabited, such as the fortress of Brolio, in the middle of the Chianti vineyards.
Other castles and fortresses are part of an urban complex, such as the city walls of Monteriggioni.
23:22
Le sue torri, Dante le paragonò ai giganti di guardia al pozzo centrale dell'interno.
"Come sulla cerchia tonda, Monterigion di torri si corona". Monasteri, castelli, cinte di mura, a specchiare la loro gloria in quella di un'arte che seppe eternarli per sempre. A citarli per tutti, gli affreschi del Palazzo di Città, a Siena.
Its towers, Dante compared to the giants guarding the central well of Hell.
"As on the round circle, Monterigioni with towers is crowned ". Monasteries, castles, walls, to mirror their glory into that of an art that was able to make them eternal forever. To quote them for all, the frescoes of the Town Hall in Siena.
24:45
Fierezza e orgoglio delle terre rette dai liberi comuni al momento della loro affermazione di contro ai signori feudali e all'impero. Di questo impero, a Prato, il castello di Federico II è il simbolo che possiamo opporre a quello dei palazzi comunali di tutta la Toscana. il potere centrale contro le libere città.
Nobility and pride of the lands governed by the free communes at the time of their claim against the feudal lords and the empire. Of this empire, in Prato, the castle of Frederick II is the symbol that we can oppose to that of the town halls of all Tuscany. The central power against the free cities.
25:24
Della comunale libertà cittadina il Palazzo dei Priori a Volterra è il monumento più antico dell'intera regione, e le torri di San Gimignano il più prestigioso.
Dalla gloria comunale a quella marinara. La chiesa di Santa Maria della Spina ci introduce a Pisa, che solo l'Arno ormai unisce al mare, un tempo sua vita e potenza.
Of municipal freedom of cities the Palazzo dei Priori in Volterra is the oldest monument in the entire region, and the towers of San Gimignano, the most prestigious.
From municipal to maritime glory. The church of Santa Maria della Spina introduces us to Pisa, which only the Arno now joins to the sea, once its life and power.
26:41
Questo esilio conferisce a Pisa un raccoglimento che, nella Piazza dei Miracoli si sublima in visione che si direbbe immobile per l'eternità, se la pendenza del campanile non ammonisse su un'oscura insidia.
I monumenti sono arroccati come per un ultimo gioco di scacchi tra l'uomo e la divinità: torre, alfiere, regina, gli ultimi bianchi di questa terra dove tutto s'annera.
This exile gives Pisa a recollection that, in the Piazza dei Miracoli, is sublimated in vision that it seems motionless for eternity, if the slope of the bell tower would not warn an obscure pitfall.
The monuments are perched like in a last chess game between man and divinity: rook, bishop, queen, the last whites of this land where everything darkens.
27:36
Città di Toscana sul mare. Pisa ne ha perduto il contatto; altre, grandi e piccole, ne fanno ancora ragione di vita.
Livorno ad esempio: una città e il suo porto; e quella torre, la Meloria, simbolo di una vocazione che il tempo ha solo mutato, ma non distrutto.
Dalle increspature lievi delle onde del Tirreno all'ondulato disegno delle crete nella campagna senese.
Là, sul mare, un monumento a ricordare battaglie navali. Qui, un cippo ricorda battaglie di terra.
Cities of Tuscany on the sea. Pisa has lost the contact, others, large and small ones, still have the sea as a reason to live.
Leghorn for example: a city and its port; and that tower, the Meloria, a symbol of a vocation that time has only changed, but not destroyed.
From the slight ripples of the waves of the Tyrrhenian to the waving design of the clays in the Siena countryside.
There, on the sea, a monument to commemorate naval battles. Here, a memorial recalling land battles.
29:02
Il colle di Montaperti, ove le armi di Siena sgominarono l'esercito dei fiorentini.
"Lo strazio e 'l grande scempio che fece l'Arbia colorata in rosso".
Siena: drammatica, violenta la sua storia, ma il luogo dove essa sorge è uno dei più sereni della Terra.
The hill of Montaperti, where the armies of Siena defeated the army of Florence. "The agony and great carnage that colored the Arbia red".
Siena: tragical, violent its history, but the place where it is located is one of the most serene on Earth.
29:58
Due aspetti, il fiero e il gentile, che si ritrovano nel volto stesso della città. L'architettura dei suoi palazzi è severa, ma il duomo ad esempio, striato come una zebra, ha un gaio aspetto esotico.
Un misto di selvaggio e di dolce è anche nel carattere della grande santa senese, Caterina, la cui casa, presso la Fonte Branda, è trasformata in santuario.
Ancora identico contrasto nella torre del Mangia, severa alla base ma a ingentilirsi e imbiancarsi sulla cima come un fiore. La torre domina la piazza nata nella depressione fra tre colline, nel petto di una conchiglia di tenero rosa striato, per via dei mattoni e delle strisce di pietra di cui è pavimentata.
Two aspects, the proud and kind, are found in the face itself of the city. The architecture of its buildings is austere, but the cathedral, for example, striped like a zebra, has a joyous exotic look.
A mixture of wild and tender is also in the character of the great saint of Siena, Catherine, whose house at the Fonte Branda is turned into a shrine.
Still the same contrast in the Torre del Mangia, austere at the base but getting more gentle and white on top like a flower. The tower dominates the square born in the depression between three hills, inside the chest of a soft pink-streaked shell, because of the brick and stone strips of which it is paved.
31:17
Un tempo anche i palazzi circonvicini erano coronati da torri. In questo, la piazza univa un carattere maschio al suo aspetto tenero, femmineo.
In questa sua doppia natura si inserisce il Palio, rude tradizione ininterrotta a tener desto lo spirito bizzarro, fazioso e festoso della città, in assoluta mancanza di regole e scrupoli. Uno scatenarsi di passioni medioevali come la gloria dell'intera città.
At one time even the buildings around were crowned with towers. In this, the square, merged a male character with its warm, feminine side.
In this double nature the Palio appears, a rude unbroken tradition to keep alive the bizarre, factious and festive spirit of the city, in an absolute lack of scruples and rules. An unleashing of medieval passions as the glory of the entire city.
35:51
La Toscana oggi: volto moderno della regione il suo sviluppo turistico, quello commerciale e industriale, lo sfruttamento delle sue risorse, la sua industria navale. Benché l'economia della regione sia stata, soprattutto nel passato, prevalentemente agricola anche lo sviluppo industriale e commerciale ha radici lontane.
A Larderello i soffioni boraciferi sono sfruttati dall'uomo da un secolo e mezzo. Ne decise l'utilizzazione nel 1825 il granduca Leopoldo, secondo il sistema escogitato dal francese de Larderel.
Tuscany today: a modern face of the region is its tourist, commercial and industrial development, the exploitation of its resources, its shipbuilding industry. Although the economy of the region has been, especially in the past, predominantly agricultural, also industrial and commercial development has deep roots.
At Larderello the geysers have been exploited by man for a century and a half. Grand Duke Leopold decided to exploit them in 1825, according to the system devised by Frenchman de Larderel.
36:38
A Prato, l'industria tessile ha una storia di sei secoli, e il suo spirito mercantile ha patenti di nobiltà in un testo letterario del 1300: le lettere di quel Ser Lapo Mazzei, notaio del mercante Francesco di Marco Datini, che, se non fu proprio l'inventore dell'assegno bancario, fu certamente uno dei primi mercanti a farne largo uso. Il ricordo è nel centro storico della città, dove, a poca distanza dal duomo, sorge il palazzo del famoso mercante. Qui egli visse la sua esistenza d'uomo d'affari, che con quella d'altri geniali mercanti e banchieri di Lucca e Firenze, creò la fortuna della Toscana rinascimentale. E qui egli morì, lasciando i suoi averi ai poveri di messer Domineddio.
In Prato, the textile industry has a history of six centuries, and its merchant spirit has heritage of nobility in a literary text of the 14th century: the letters of that Ser Lapo Mazzei, a notary of merchant Francesco of Marco Datini, who, if not exactly the inventor of banking checks, was certainly one of the first merchants to use them extensively. The memory of this is in the historic center of the city, where, a short distance from the cathedral, the palace of the famous merchant rises. Here he lived his life as a businessman, who with other brilliant merchants and bankers of Lucca and Florence, created the fortune of Renaissance Tuscany. And here he died, leaving his possessions to the poor of Messer God Almighty.
37:27
Sviluppo mercantile della Toscana del nord e fiorire di una civiltà delle ville, simbolo di una borghesia cittadina di cui esempi maggiori sono nel pistoiese e nella Lucchesia. Dalla villa Guinigi, un tempo dimora fuor di città dell'omonima ricca famiglia di Lucca, alle ville che qui raggiunsero il loro splendore nel Settecento.
La villa di Marlia in aperta campagna, col suo teatro di verdura all'interno di un perfetto parco all'italiana.
Nei pressi di Pistoia, a Collodi, la Villa Gazzoni. A renderla famosa, colori e luci nelle aiole e giochi d'acqua.
Trade development in the north of Tuscany and flowering of a civilization of villas, the symbol of an urban middle class, of which major examples are in the areas of Pistoia and Lucca. From villa Guinigi, once the countryside home of the rich family of Lucca, to the villas that here reached their splendor in the 18th century.
The villa of Marlia in the open countryside, with its theater of greenery inside a perfect Italian park.
Near Pistoia, at Collodi, Villa Gazzoni. To make it famous, the colors and lights in the flower beds and fountains.
38:38
Il profilo rosso-bruno di Pistoia, città che s'allarga a cerchi attorno al nucleo medievale. Nel tessuto dei suoi monumenti un'opera singolare, l'ospedale del Ceppo, decorato da un fregio nato nella bottega dei Della Robbia: un policromo racconto ispirato a scene di pietà cristiana.
Un'antica torre longobarda, nel 1200 trasformata in campanile, è il costante punto di riferimento delle prospettive di questa città, dalla quale ci allontaniamo sul filo delle autostrade che la sfiorano. I loro nastri d'asfalto sono il momento più recente nella storia dello sviluppo industriale ed economico della regione. Quasi simbolo proiettato già nel futuro, la chiesa del Michelucci.
The reddish-brown profile of Pistoia, a city which expands in circles around its medieval core. In the fabric of its monuments, a peculiar work, the Ceppo hospital, decorated with a frieze born in the workshop of the Della Robbia: a polychrome story inspired by scenes of Christian piety.
An ancient Lombard tower, transformed into a bell tower in the 13th century, is the constant reference point for the prospects of this city, from which we depart on the edge of the highways that touch it. Their asphalt ribbons are the most recent moment in the history of the industrial and economic development of the region. Almost a symbol already projected into the future, the church of Michelucci.
39:51
Sembrerebbe che l'apertura di queste grandi arterie debba aver desecrato zone un tempo appartate e gelose della loro segreta bellezza.
Invece restano ancora in Toscana, forse più che altrove in Italia, visioni e paesaggi immutati nel tempo.
Leonardo ritrasse questo paesaggio, eguale oggi ad allora, e chiamò il suo disegno "Il Valdarno inferiore verso Montelupo".
Valli rimaste nei secoli disabitate, sembra qui di poter riconoscere, nelle crete incolte, i nudi dirupi che dipinse Giotto.
It would seem that the opening of these large arteries should have desecrated areas once secluded and jealous of their secret beauty.
Instead, in Tuscany, perhaps more than anywhere else in Italy, visions and landscapes still remain, untouched by time.
Leonardo drew this landscape, the same today as then, and called his design "The lower Valdarno towards Montelupo."
Valleys that were uninhabited for centuries, it seems here to recognize, in the uncultivated clay fields, the bare cliffs that Giotto painted.
40:46
Sullo sfondo di un'opera d Alessio Baldovinetti si apre ariosa la veduta delle colline e delle pianure a disegnarsi nel paesaggio delimitato da quelle fitte siepi verdi di boschi, oltre i quali si rinnova identica, nel passato come nel presente, la sua scoperta.
A evocare il ricordo di un'epoca e di una visione dell'antica Toscana che esso ci tramanda può bastare anche un umile dettaglio. L'affresco di Piero della Francesca in Arezzo, la Vittoria di Costantino. Ecco angoli quieti di campagne e di colline.
Against the backdrop of a work by Alessio Baldovinetti, an airy view of hills and plains opens to draw a landscape bordered by those thick, green hedges of woods, beyond which a discovery is repeated, as in the past so in the present.
To evoke the memory of an era and a vision of ancient Tuscany transmitted to us, even a humble detail may be sufficient. The fresco by Piero della Francesca in Arezzo, the Victory of Constantine. Here are peaceful corners of fields and hills.
41:38
Un altro inconfondibile paesaggio toscano nel dettaglio di un affresco del Botticelli dipinto nel 1481. Muta lo stile dell'opera pittorica, ma eguale resta la matrice di una terra dalla natura privilegiata. In questo particolare di un quadro di Filippo Lippi, riconosciamo quei profondi valloni aperti come ferite nella terra che l'uomo coltiva con sempre uguale tenacia.
Another unmistakable Tuscan landscape in the detail of a fresco painted by Botticelli in 1481. The style of the painting changes, but the matrix of a land privileged by nature is the same. In this detail of a painting by Filippo Lippi, we recognize those deep valleys opened like wounds in the earth, which man grows with ever identical tenacity.
42:01
Lavoro paziente, come negli Effetti del buon governo nelle campagne di Ambrogio Lorenzetti. Sempre identico trascorrere delle stagioni nei campi, dalle estati agli inverni. Eterno rinnovarsi nell'ansia di nuovi raccolti, della siccità, delle semine.
A patient work, as in the "Effects of good government in the countryside" by Ambrogio Lorenzetti. An always identical passing of seasons in the fields, from summers to winters. An eternal renewal of anxiety of new crops, drought, sowing.
42:38
Accanto a questa terra civilizzata al punto che il suo volto naturale si confonde con la creazione pittorica, sopravvive all'urto del tempo un'altra Toscana.
È quella della solitudine.
È la Toscana ancora selvaggia, aspra.
La Toscana dei fiumi segreti, come il Marta e il Fiora, tra macchie folte raramente percorse dall'uomo.
Quell'uomo che qui - siamo all'estremo lembo sud della regione - s'arrocca in paesi alti su crinali di tufo. Sul ciglio di precipiti rupi, ecco le case di Pitigliano, come bastione compatto.
Alongside this civilized land to the point that its natural face merges with the pictorial creation, another Tuscany survives the impact of time.
It is that of loneliness.
It is a still wild, rugged Tuscany.
The Tuscany of secret rivers, such as the Marta and the Fiora, among thick forests rarely traveled by man.
That man who here - we are at the extreme southern tip of the region - takes refuge in villages high on tuff ridges. On the edge of precipitous cliffs, here are the homes of Pitigliano, as a compact bastion.
43:40
Sovana, emblema di questa solitudine, con la sua rocca aldobrandesca e il suo Duomo fuori dell'abitato, conobbe periodi di splendore e di abbandono. Lo testimoniano le sue rovine.
Sovana, the emblem of this solitude, with its Aldobrandi fortress and its Cathedral outside the town, had times of glory and neglect. As reflected in its ruins.
44:00
Oltre profondi valloni, lo scenario di rocce e foreste si apre in vista del mare. Da quando l'uomo abitò a queste terre, scelse le alture per costruire le sue case, i suoi villaggi, i suoi paesi, lontano dalla piana insicura e soprattutto malsana.
Ne è esempio Capalbio, paese di cacciatori di cinghiali.
Quella piana temuta dall'uomo era la grande palude toscana, forse la più celebre d'Italia: la Maremma.
Over deep valleys, the scenery of rocks and forests opens in sight of the sea. Ever since man lived in these lands, he chose the high ground to build its houses, its villages, its hamlets, away from the unsafe and especially unhealthy plain.
An example is Capalbio, a place of hunters of wild boar.
That plain feared by man was the great Tuscan marsh, perhaps the most famous in Italy: Maremma.
44:39
Al centro della Maremma, è Grosseto, protagonista della lunga vicenda storica della bonifica, una lotta di secoli contro malaria e fango.
Il grande pantano è scomparso. La Maremma tagliata da strade e canali, ha perso le sinistre associazioni legate al suo nome. Ne resta ricordo solo nei pascoli delle ultime mandrie lasciate allo stato brado.
At the heart of Maremma, Grosseto lies, the protagonist of the long historical adventure of reclamation, a struggle of centuries against malaria and mud.
The wide quagmire has disappeared. The Maremma is cut by roads and canals, it has lost the sinister associations linked to his name. Only a memory remains in the pastures of the last herds left in the wild.
46:43
Dove la piana maremmana raggiunge il mare, una costellazione di forti segna i confini dello Stato dei Presidi che gli spagnoli crearono alla fine del Cinquecento: una specie di Gibilterra italiana.
Una zona che, allo stato vergine, con le sue rocce, le antiche mura spagnole, i pochi villaggi di pescatori, doveva essere uno dei più romantici angoli d'Italia.
Uno dei baluardi del sistema difensivo, Talamone, posto di frontiera tra mare e terra.
Where the Maremma plain reaches the sea, a constellation of fortresses marks the boundaries of the Stato dei Presidi that the Spaniards created at the end of the 16th century: a kind of Italian Gibraltar.
An area that, in its virgin state, with its rocks, the ancient Spanish walls, the few fishing villages, had to be one of the most romantic corners of Italy.
One of the bulwarks of the defense system, Talamone, located on the border between land and sea.
47:22
Frontiera difesa anche dall'intrigo di pantani e paludi come quella d'Orbetello, e da fasce fitte di boschi e pinete. Nella macchia di questa pineta, chiamata Feniglia, morì di febbri e ferite il Caravaggio.
Gli spagnoli del presidio di Portercole l'avevano rinchiuso in questa fortezza, dalla quale poi era riuscito avventurosamente a fuggire. Da Portercole continuiamo il nostro volo sui diversi presidii da cui lo stato prese il nome.
A frontier defended also the maze of marshes and swamps, as that of Orbetello, and by dense bands of woods and pine forests. In this patch of pine forest, called Fenglia, Caravaggio died of a fever and wounds.
The Spaniards of the garrison of Portercole had locked him up in this fortress, from which then he managed to escape adventurously. From Portercole we continue our flight over the many garrisons from which it was named.
48:00
Dall'Isola del Giglio - questa è la sua rocca, a protezione del paese chiamato appunto Giglio Castello, sino alle altre isole del Mar di Toscana. Un sistema a dominare il Tirreno con basi stabili sino all'Elba.
Ecco l'insieme dei presidi di Portoferraio. Su questi spalti sventolarono le bandiere diverse di questo stato artificiale, che in 150 anni passò da spagnoli ad austriaci, poi dal regno borbone a quello dell'Etruria.
From the island of Giglio - this is its fortress, to protect the village called precisely Giglio Castello, as far as the other islands of the Sea of Tuscany. A system to dominate the Tyrrhenian Sea with permanent bases far as the Elba.
Here are all the garrisons of Portoferraio. On these walls waved the different flags of this artificial State, which in 150 years passed from the Spaniards to the Austrians, then from the bourbon kingdom to that of Etruria.
48:46
Una catena di colli tra Castiglion della Pescaia e Orbetello forma un ripido bastione sul mare. Vi sorge questa torre, detta della Bella Marsilia, che con altre costruzioni costiere formava, mezzo millennio fa, un sistema difensivo contro i pirati.
È l'unico resto del castello dei Marsili di Collecchio. Qui, una notte nel 1543 i saraceni di Khair-El-Din, detto Barbarossa, sbarcarono e fecero strage. Risparmiarono la più giovane dei Marsili, per l'harem del sultano di Istanbul, sultano di cui la schiava divenne poi consorte, rovesciando il suo destino e trasformandosi in imperatrice dei suoi rapitori.
A chain of hills between Castiglione della Pescaia and Orbetello forms a steep bastion over the sea. Here this tower called Bella Marsilia rises, which with other coastal structures formed, half a millennium ago, a defensive system against pirates.
It is the only remnant of the castle of the Marsili of Collecchio. Here, one night in 1543 the Saracens of Khair-El-Din, called Barbarossa, landed and raided. They spared the youngest of the Marsili for the harem of the Sultan of Istanbul, the Sultan of whom the slave became a spouse, overturning her destiny and becoming the empress of her captors.
49:36
Nell'Arezzo di oggi si evoca in un gioco l'antica paura del nemico saracino e delle sue incursioni, che talvolta raggiungevano anche zone molto all'interno della Toscana.
In questa piazza ha luogo ogni anno in settembre la sfida dei quartieri detta appunto la Giostra del Saracino. Un'origine incerta, ma una tradizione sicura in un verso di Dante:
"Corridor vidi per la terra vostra, o Aretini, e vidi gir gualdane ed ir torneamenti e correr giostra".
In today's Arezzo a game recalls the ancient fear of the Saracen enemy and their raids, which at times reached even areas well in the hinterland of Tuscany.
In this square every year in September a challenge of the quarters is held, called exactly the Giostra del Saracino. Origins are uncertain, but a sure tradition in a line by Dante:
"Riders I saw in your land, O people of Arezzo, and saw ambushes taking place and jousts going and carousel running".
51:19
Il momento della giostra e dei suoi costumi è un antico affresco che si rianima. Volti e costumi delle storie di Piero della Francesca dall'immobile eternità delle pareti dipinte a un istante vivo nelle strade e nelle piazze della città.
The moment of carousel and its costumes is an ancient fresco that is revived. Faces and costumes of the stories of Piero della Francesca from the motionless eternity of painted walls to a living moment in the streets and squares of the city.
52:16
Nel riprendere quota, la città si ripresenta nella compattezza stilistica del suo centro storico, cui s'aggiunge all'estremo della zona urbana, un altro monumento d'eguale gloria ma di diversa epoca.
Pura espressione dello spirito rinascimentale nell'eleganza delle sue leggere colonne, ecco il portico di Santa Maria delle Grazie di Benedetto da Maiano.
While we are regaining height, the city appears again in the stylistic coherence of its historic center, to which is added at the far end of the urban area, another monument of equal glory, but of a different age.
A pure expression of the Renaissance spirit in the elegance of its light columns, here is the portico of Santa Maria delle Grazie by Benedetto da Majano.
52:48
Da Arezzo voliamo nel Casentino, risalendo la valle di "crudo sasso e i verdi colli". Domina il paesaggio il palazzo pretorio di Poppi, che fu il castello dei conti Guidi.
Lasciato il corso dell'Arno, puntiamo più a sud, verso Cortona, oltre la Val di Chiana sulla quale questa città s'affaccia.
We are flying from Arezzo in the Casentino, up the valley of "raw stone and green hills." The praetorian palace of Poppi dominates the landscape; it was the castle of the Guidi Counts.
Leaving the course of the Arno, we are aiming further south, towards Cortona, beyond the Val di Chiana which this town borders.
53:44
Il suo centro è attorno al Palazzo Pretorio, al palazzo del comune duecentesco, e al duomo del Sangallo. A questo nome si aggiungono quelli degli autori delle opere presenti tra le mura che stiamo sorvolando: Beato Angelico, Duccio, i Lorenzetti, e il nome di chi è nato qui, Pietro da Cortona, Francesco di Giorgio Martini, Luca Signorelli.
Its center is around the Praetorian Palace, the Town Hall of the 13th century, and the cathedral by Sangallo. To this name are added those of the authors of the works within the walls that we are flying over: Fra Angelico, Duccio, the Lorenzetti, and the name of those who were born here, Pietro da Cortona, Francesco di Giorgio Martini, Luca Signorelli.
54:09
I suoi tesori non sono solo dentro, ma anche fuori le mura. La chiesa di Santa Maria Nuova del Cinquecento, nata su un modello più antico di un secolo; la Madonna del Calcinaio, eretta su disegno di Francesco di Giorgio Martini, "casa di Dio ispirata da quel sacro tempio fatto a immagine della divinità che è l'uomo, nella cui composizione tutte le altre meraviglie di natura contenute sono."
Its treasures are not only inside but also outside the walls. The church of Santa Maria Nuova of the 16th century, that rose on a model one century older, the Madonna of the Liming, built on a design of Francesco of Giorgio Martini, "a house of God, inspired by the sacred temple made in the image of the deity which is Man, in whose form all the other wonders of nature are contained."
54:50
Da Cortona a Montepulciano. Anche qui, fuori le mura, un altro capolavoro rinascimentale: San Biagio.
Antonio da Sangallo il Vecchio ha qui trasformato in alta poesia la lezione dell'ordine dorico. Il tempio a croce greca ripete l'immagine dell'universo, concepito degli architetti del Rinascimento, dal Bramante in poi, come una sfera equidistante in ogni punto dal centro.
La cupola completa l'immagine del macrocosmo.
In questa chiesa tutto il carattere di un'epoca, il Cinquecento.
From Cortona to Montepulciano. Also here, outside the walls, another Renaissance masterpiece: San Biagio.
Antonio from Sangallo the Elder has turned into high poetry here the lesson of the Doric order. The Greek-cross temple repeats the image of the universe, conceived by the architects of the Renaissance, from Bramante onwards, as a sphere at every point equidistant from the center.
The dome completes the image of the macrocosm.
In this church all the character of an era, the 16th century.
55:34
Il Quattrocento invece si specchia nella vicina Pienza, un'immagine completa nei suoi vari tipi di architettura; la cattedrale e il palazzo dell'autorità ecclesiastica cioè il palazzo vescovile, e quello dell'autorità laica, il palazzo comunale. Il palazzo del signore del luogo, Piccolomini, eretto dal Rossellino, giardino pensile e logge aperti sulla campagna e sui colli.
The 15th century instead is reflected in nearby Pienza, a complete image in its various types of architecture, the cathedral and the palace of ecclesiastical authority, that is the bishop's palace, and the secular authority, the municipal building. The palace of the lord of the place, Piccolomini, built by Rossellino, a roof garden and balconies opening towards the countryside and hills.
56:30
Il nostro itinerario nel Rinascimento toscano ci porta verso Firenze. Prima della città, l'incontro con le solenni dimore della famiglia Medici, ville che furono prima castelli come Cafaggiolo, trasformata nel 1451. Una matrice che resta a segnare queste costruzioni con la nota cupa delle vicende familiari dei signori fiorentini, a contrasto con la destinazione gaia e serena della villa di campagna.
Contrasto - la natura nel suo aspetto più lieto col mesto peso delle sorti umane - che caratterizza molti di questi celebri edifici.
Our route in the Tuscan Renaissance takes us to Florence. Before the city, the meeting with the solemn mansions of the Medici family, which, before villas, were castles as Cafaggiolo, converted in 1451. A model that remains to mark these buildings with the grim note of the familiar events of the lords of Florence, in contrast to the cheerful, quiet destination of a countryside villa.
A contrast - nature at its most pleasant with the sad burden of human destiny - that characterizes many of these famous buildings.
57:20
La Petraia, forse la più famosa delle dimore medicee, fu costruita nella seconda metà del Cinquecento dal Buontalenti su antica fortezza del Brunelleschi, e fu dimora di Francesco dei Medici.
Per Lorenzo dei Medici invece il Sangallo costruì la villa di Poggio a Caiano. Tra i ricordi di queste mura quello del Poliziano, e della composizione che qui creò in onore del suo principe.
The Petraia, perhaps the most famous of the Medici residences, was built in the second half of the 16th century by Buontalenti on an ancient fortress by Brunelleschi, and was the home of Francesco de Medici.
For Lorenzo de Medici instead Sangallo built the villa of Poggio a Caiano. Among the memories of these walls is Poliziano, and the composition that he created here in honor of his prince.
58:00
"I tuoi colli per vendemmia festanti, e le convalli popolate da case e d'oliveti" aveva scritto Ugo Foscolo di questi luoghi ove il Buontalenti costruì un'altra e più singolare sua villa, quella di Artimino. Una facciata severa, illuminata dal sorriso di una loggia aperta sull'ultima ondulata campagna prima di Firenze.
"Your hills festive in harvest, and the valleys populated of houses and olive groves" Ugo Foscolo wrote of these places where Buontalenti built another, more peculiar villa, that of Artimino. An austere facade, lit by the smile of a loggia opening to the last rolling countryside before Florence.
58:33
Città e campagna unite in una storia secolare di uomini, di eventi, di fortune. La festa della Colombina, antico rito agricolo di primavera, era l'annuale suggello di questa unione. Allo scoppio del carro gente di città e gente dei campi vedeva un tempo i presagi di un futuro comune.
City and countryside united in a centuries-old history of men, events, fortunes. The feast of the Colombina, an ancient agricultural rite of spring, was the annual seal of this union. At the explosion of the chariot, city people and countryside people once saw the omens of a common future.
59:20
Dalla torre della Signoria, quasi pozzo scavato al contrario nel cielo, al centro della città, il nostro volo su Firenze.
Come una corazza attraversata da una sciarpa, come uno stemma tagliato da una banda, doveva apparire un tempo Firenze vista dall'alto.
Ora le case si son dilatate, il perimetro è diventato incerto, trabocca, la cerchia antica è stata inghiottita.
From the tower of the Signoria, almost a well dug opposite to the sky, in the center of the city, our flight over Florence.
As an armor crossed by a scarf, as a coat of arms cut by a band, once Florence must have looked, seen from above.
Now the houses have spread, the perimeter has become uncertain, overflowing, the ancient circuit was engulfed.
59:45
Ma pure sul mare di case e l'uniforme colore rosato dei suoi tetti si distingue come candido perno, asse di una ruota che lentamente si volge sotto i nostri occhi, il Battistero, ed emergono le sacre navi delle grandi chiese.
Alla regale malinconia dei giardini, a Boboli, l'uomo ha domato l'irregolarità della natura con un disegno rigoroso come la concezione dei cieli danteschi.
But even on the sea of houses and the uniform pinkish color of its roofs, there stands out, like a white pivot, the axis of a wheel turning slowly under our eyes, the Baptistery, and the sacred naves of the great churches emerge.
The melancholy of the royal gardens, Boboli, man tamed the irregularity of nature with a rigorous design as the conception of Dante's heaven.
62:26
Ha scritto Berenson: "A Firenze sentiamo che l'artista è maggiore dell'opera, e che l'uomo giganteggia sull'artista. Quando si dimentichi che furon pittori, essi rimangono grandi scultori. E dimenticando che furon scultori, rimangono architetti, poeti e persino uomini di scienza. L'artista ha tentato di dominare l'arte piuttosto che esserne dominato."
Berenson wrote: "In Florence we feel that the artist is greater than his work, and that man looms over the artist. When you forget that they were painters, they remain great sculptors. And forgetting that they were sculptors, they remain architects, poets and even men of science. The artist has tried to master the art rather than being dominated."
63:19
Lo spirito toscano, che è permeato di geometria e di ritmo, si intravvede nelle decorazioni marmoree, nel ritmo scandito di ogni opera. Nelle pulsazioni del tempo le età si compongono in una superficie armonica, sensazioni a rinnovarsi ed esaltarsi quando l'insieme è rivisto nella somma di particolari. La città nei momenti e nei tempi diversi della sua cultura.
The Tuscan spirit, which is permeated with geometry and rhythm, is visible in the marble decorations, in the regular rhythm of each work. In the pulses of time, eras come together in a harmonious surface, feelings being renewed and exalted when the whole is seen in the sum of details. The city at different times and moments of its culture.
63:42
Osservati più da vicino i singoli monumenti, le facciate dei palazzi e le loro decorazioni sentiamo che dello spirito creativo toscano Firenze "è il ciel che più della sua luce prende". Simbolo di questo, la cupola del Brunelleschi , che secondo Leon Battista Alberti, "dell'ombra sua copre Toscana tutta".
Observed more closely, the individual monuments, the facades of the buildings and their decorations, we feel that of the Tuscan creative spirit Florence "is the heaven that most of its light receives." A symbol of this, Brunelleschi's dome which according to Leon Battista Alberti, "with its shadow covers all Tuscany."
64:19
È la nostra immagine conclusiva: la città intorno alla sua cupola, quasi sferico punto di irradiazione, simbolo di Dio, sfera che ha il centro dovunque e la circonferenza in nessun luogo, simbolo di una civiltà il cui spirito si è diffuso di qui fino ai confini della Terra.
It is our final image: the city around its dome, almost a spherical point of irradiation, a symbol of God, a sphere with its center everywhere and circumference nowhere, the symbol of a civilization whose spirit spread from here to the ends of the Earth.